Piazza Matteotti
Foglio dell'area programmatica congressuale "Alternativa di società" (primo firmatario Fausto Bertinotti)
del Prc di Fiano Romano con la redazione di www.fianoromano.org
ciclostilato in proprio - Messaggi vocali e fax n° 178 2269765

  Foglio n° 15 del 16 ottobre 2005 - http://www.fianoromano.org/piazzamatteotti - piazzamatteotti@fianoromano.orgversione pdf

Primarie dell'Unione

Primarie
QUANDO: domenica 16 ottobre 2005, dalle 8 alle 22
DOVE: il seggio è nella sala del Castello Ducale accanto alla farmacia comunale (Piazza Cairoli, 2)
CHI: tutte le elettrici e gli elettori e chi compirà 18 anni entro il 13 maggio 2006. Non è necessaria l’iscrizione ad alcun partito.
COME: al seggio si presentera' un documento che attesti la residenza e la tessera elettorale (non necessaria per i giovani che compiranno 18 anni entro il 13 maggio 2006), si versera' almeno un euro per le spese organizzative, si sottoscriverà il "Progetto dell'Unione" e si riceverà la scheda elettorale (sopra l'immagine del fac-simile). Per votare sarà sufficiente tracciare un segno accanto al nome del candidato.

Rifondazione e Primarie
“Il Comitato Politico nazionale chiama tutti i gruppi dirigenti, i militanti, gli iscritti ad un impegno straordinario di iniziativa politica del partito, di apertura all’esterno delle proprie sedi e delle proprie strutture, di costruzione di relazioni con le realtà associative dei territori, i movimenti, le situazioni di lotta affinché la candidatura di Fausto Bertinotti alle primarie dell’Unione del 16 ottobre raccolga il massimo dei consensi.” Questo il contenuto dell’ordine del giorno approvato dal CPN del Partito della Rifondazione Comunista il 18 settembre 2005. Ribadisce le linee guida inderogabili a cui il partito deve attenersi. Ne ricaviamo che chi non ha seguito tali indicazioni è, evidentemente, fuori dal partito, correttezza dovrebbe consigliargli di rimanerci.

FIANO
Morte Bianca presso il Depuratore Doria

Venerdì 23 settembre scorso A.T., operaio romeno di 46 anni, è deceduto, per causa ancora da chiarire, mentre era al lavoro presso un cantiere dell’Amministrazione Comunale al Depuratore comunale Doria.
Esprimiamo il nostro sentito cordoglio alla famiglia e confidiamo nel fatto che la Magistratura individuerà, in breve tempo, cause ed eventuali responsabilità per questo gravissimo evento.
Nel contempo non possiamo che evidenziare come questa morte bianca testimonia ancora una volta, a Fiano come in Italia, la drammatica situazione del mondo del lavoro, sempre più precarizzato ed incontrollato.
Si invita per questo l'Amministrazione Comunale, le Forze Politiche, i Movimenti ed i Cittadini tutti ad alzare al massimo il livello di attenzione sui problemi del lavoro e della relativa sicurezza sul territorio comunale.

Links

FIANO
VILLE SEQUESTRATE: "SANATORIA"? NO GRAZIE!

La questione delle decine di ville sequestrate in questi mesi in località Palombaro-Felciare, per presunti abusi edilizi e/o urbanistici o per difformità progettuali di vario genere, ha ormai raggiunto dimensioni preoccupanti.
Di fronte a tale serissima situazione, le "soluzioni" proposte dalla Maggioranza Comunale e dalla Minoranza di Centro-Destra, seppur con modalità diverse, mirano entrambe ad ottenere, in sostanza, una sorta di sanatoria di tutte quelle circostanze che hanno portato all'inchiesta della Procura di Rieti.
Infatti, se da un lato il Centro-Destra propone di elevare l'indice di fabbricabilità delle aree interessate al vincolo ambientale (dallo 0.20 allo 0.40 mc/mq), dall'altro la Maggioranza cerca, confidando anche nell'aiuto dell' "amica" Regione, di ottenere un netto ridimensionamento dello stesso vincolo ambientale.
Come evidente, l'adozione di tali (o simili) soluzioni rappresenterebbe di fatto una "sanatoria" di molte di quelle situazioni che sono oggi al vaglio della Magistratura e che le proposte avanzate vorrebbero in qualche modo appunto condonare.
Di fronte a questa prospettiva, riteniamo che occorra esprimere una netta e decisa contrarietà.
- Per Coerenza: allo stesso modo in cui si è contrari ai vari condoni edilizi e fiscali messi in piedi in questi anni dal Governo Berlusconi, così è necessario rifiutare ogni forma di condono "locale" per una vicenda per altro tanto seria e che sta evidenziando tutti i limiti e le mancanze dell'operato dell'Amministrazione nel corso di questi anni, soprattutto nella gestione e nella tutela del territorio comunale.
- Per Rispetto nei confronti di chi, Cittadini, Costruttori, Professionisti, ecc..., opera nel pieno rispetto delle regole e delle leggi vigenti: il vincolo ambientale e tutte le altre previsioni urbanistiche presenti nell'area interessata, per quanto imperfette, non possono essere il "problema" di questa situazione. Il problema è (o meglio dovrebbe essere) invece che qualcuno ha eventualmente violato tali regole.
- Per Fiducia nell'operato della Magistratura di individuare i potenziali abusi commessi ed i relativi responsabili e nel suo successivo giudizio.
Per tutto questo, si invitano tutte le forze politiche, presenti e non in Amministrazione Comunale, ad operare per garantire a tutti i Cittadini il rispetto pieno delle regole vigenti e nel ricercare le cause, sul piano politico - amministrativo, che hanno potuto contribuire a tale grave situazione, operando fin da subito per rimuoverle.