REGIONE LAZIO La Regione delle Meraviglie

Comune di Montopoli di Sabina

FESTIVAL DEI LUPI MANNARI Il teatro in luoghi insoliti

QUINTA EDIZIONE Direzione artistica: Elisa Maurizi Organizzazione: Teatro delle Condizioni Avverse

Il Festival, promosso dal Comune di Montopoli Sabina, attraverso il progetto della Regione Lazio “L’estate delle Meraviglie” vuole promuovere alcuni luoghi particolari e suggestivi del Comune e delle sue frazioni.
Fin dalla sua nascita il Festival dei Lupi Mannari ha consentito di riscoprire luoghi meravigliosi e dimenticati dei Monti della Bassa Sabina, attraverso la valorizzazione di siti di interesse archeologico e naturalistico.

Le frazioni verranno valorizzate attraverso la realizzazione di un laboratorio per bambini e ragazzi sui temi del riciclo e lo spettacolo di teatro di strada Il circo di fuoco dei Creme & Brulé presso l’anfiteatro di Pontesfondato immerso nel verde degli ulivi, e lo spettacolo itinerante e multidisciplinare nel centro storico di Bocchignano La vita è n’affacciata de fenestra con la regia di Lidia Di Girolamo.
In caso di pioggia tutti gli eventi verranno svolti al chiuso, nei siti indicati.
La direzione artistica è di Elisa Maurizi e l’organizzazione generale del Teatro delle Condizioni Avverse.
Per informazioni 329.9317192 www.condizioniavverse.org

 

*26 ottobre 2019 ore 15.30
Piazza San Getulio Martire, Frazione Pontesfondato
In caso di pioggia le attività si terranno presso la sede dell’AVIS
Pomeriggio di ecologia creativa dedicato ai bambini
Condotto da Anna Di Lorenzo
Laboratorio di riciclo creativo
Un laboratorio dedicato ai bambini per insegnare ai bambini a creare con materiali da riciclo facilmente reperibili, incentivare la loro fantasia ed applicare il loro senso dell’ingegno per dare una seconda vita a materiali come carta da regalo, cartone, imballaggi, bottiglie e vasetti di plastica, bicchierini di vetro, vasi e vasetti, scatole e scatolette… da trasformare in giochi, giocattoli, addobbi, oggetti e tutto quello che suggerisce la loro fantasia. Un buon modo per insegnare ai bambini a non sprecare, a rispettare la natura e l’ambiente che li circonda stimolando la loro creatività.
Nel recupero dei materiali saranno coinvolte oltre alle famiglie, anche i negozi, i bar e i ristoranti del paese che potranno mettere a disposizioni i materiali di scarto che prenderanno nuove forme e nuova vita. Ai bambini sarà offerta una merenda a base di prodotti tipici della tradizione locale.

A seguire spettacolo di teatro di strada dei Creme & Brulé
Il circo di fuoco
Un circo con gli animali come non avete mai visto, le incredibili evoluzioni di creature infuocate! Il domatore presenterà diverse attrazioni: la danza delle salamandre, una goffa papera mangiafuoco ed il volo dell’araba fenice. Tutto con l’aiuto del clown di pista che ne combinerà delle belle.

 

*27 ottobre 2019 ore 17.00
Centro storico Bocchignano
In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso Centro Polivalente di Bocchignano
La vita è n’affacciata de fenestra
Teatro delle Condizioni Avverse
Con Lidia Di Girolamo, Federica De Francesco, Laura Desideri
Spettacolo di teatro, danza e musica
Con i bambini ed i ragazzi della Scuola di Teatro delle Condizioni Avverse
Spettacolo di teatro, danza e musica Produzione Teatro delle Condizioni Avverse Con Lidia Di Girolamo, Federica De Francesco Laura Desideri e con i bambini e i ragazzi della Scuola del Teatro
Lo spettacolo ci fa entrare in un affascinante viaggio alla scoperta della vita di tre donne di tre aree geografiche distinte di un centrosud Italia misterioso, autentico e complesso quali sono le figure di queste tre anime. Il loro essere donna si rivela nel racconto – Lidia Di Girolamo – nella danza- Federica De Francesco – e nel canto – Laura Desideri – Racconti sonori, fisici e vocali rivelano una strega, una sciamana e una profetessa mentre alla società si traduce come la pazza del villaggio, la puttana del paese e la visionaria del convento. Tre donne vissute in tre tempi storicamente differenti ma ugualmente complessi ma che si incontrano la notte del 23 giugno per stare insieme e riconoscersi. Almeno quella notte l’anno è a loro concesso affacciarsi alla finestra della loro vita più intima e più autentica.

Tutte le attività sono libere e gratuite

Origine: Teatro delle condizioni avverse