S’infuria contro un capotreno, paura sulla linea Orte-Fiumicino

aggressione_sul_trenoProbabilmente non sarebbe finita come a Milano, dove qualche giorno fa un capotreno è stato brutalmente attaccato e ferito a colpi di machete da un gruppo di giovani sudamericani solo per aver svolto il suo lavoro.

Lo stesso lavoro che è costato un’aggressione, stavolta (per fortuna) soltanto verbale, ad un funzionario di Trenitalia in servizio sulla linea Orte-Fara Sabina-Fiumicino.

L’episodio è accaduto da alcuni giorni, e non ha avuto la stessa cassa di risonanza di quello, ben più grave, verificatosi sui binari delle ferrovie lombarde. Ma non per questo l’aggressione al capotreno della linea FL1 sembra destinata a finire nel dimenticatoio. Anzi. Il comitato dei pendolari della Orte-Fiumicino, appresa la notizia, ha manifestato la volontà di riportare l’accaduto all’attenzione dei vertici delle Ferrovie dello Stato, e a chiedere la sorveglianza del personale in servizio sui convogli che collegano la Sabina alla capitale e all’aeroporto di Fiumicino.

corrierediviterbo.corr.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>