Rieti, con i nuovi bipiano Cotral aumentano i posti per i pendolari

cotral_nuovidi Emanuele Laurenzi –

Una vera svolta o solo la versione moderna del gioco delle tre carte? E’ l’interrogativo dei pendolari reatini sempre in bilico tra gioie e dolori: l’arrivo dei nuovi bipiano della Cotral, entrati in servizio da alcuni giorni, ha prima acceso l’entusiasmo, poi ha creato disappunto perché si temeva che l’introduzione di quei mezzi avrebbe fatto sparire quelli a un piano. Ipotesi scongiurata e, soprattutto, smentita anche da fonti aziendali: il numero dei bus nel deposito di Rieti resta invariato, non diminuisce e, soprattutto, aumenta il numero dei posti disponibili. C’è comunque fermento in tema di mobilità provinciale, con alcune variazioni allo studio.

NESSUNA DIMINUZIONE
Il piano Cotral prevede l’inserimento a servizio nel deposito di Rieti di 12 bus bipiano entro la fine di luglio. Sette sono già operativi e i prossimi arriveranno a breve, ma non andranno a sostituire i bus 12 metri della Solaris che erano già stati consegnati. Negli ultimi giorni si era sparsa questa voce, che aveva fatto allertare anche il Comitato pendolari reatini. In realtà il piano prevede che al deposito di Rieti ci siano in servizio 20 nuovi mezzi, quindi per ora ce ne sono 7 a due piani e 13 ad un piano.

Una volta completate le consegne, ci saranno 12 bipiano e 8 Solaris da 12 metri. Quelli che usciranno dal deposito di Rieti saranno spostati a Poggio Mirteto, rimanendo comunque in servizio nella provincia. A livello complessivo aumenterà il numero dei posti: i bipiano hanno possono portare 90 passeggeri, mentre i 12 metri ne hanno 52. Nel nuovo asset i reatini avranno a disposizione complessivamente 1572 posti al fronte dei 1040 che avrebbero avuti con 20 bipiano.

NOVITA’ SULLE LINEE
Qualche novità potrebbe arrivare sulle linee. Cotral sta riorganizzando soprattutto le lunghe percorrenze, con l’obiettivo di cadenzare le partenze a orari fissi. Dopo il periodo estivo potrebbe esserci qualche cambiamento legato ai nuovi mezzi, con l’accorpamento di alcune corse prima operate con 2 monopiano e in futuro servite da un bipiano.

Nessun taglio, assicurano dall’azienda, visto che si terrà conto dei volumi di traffico e eventualmente ci sarà un’integrazione con un 12 metri. Altra possibile novità riguarda i passaggi a Passo Corese: potrebbe essere tolta la linea Rieti-stazione di Fara Sabina, facendo deviare le corse dirette Rieti-Roma nell’area del capolinea. Un’ipotesi solo allo studio, sulla quale è già attivo il monitoraggio del Comitato pendolari reatini. Anche in questo caso si terrà conto dei volumi di traffico e delle possibili ricadute in termini di ritardi nelle percorrenze.

www.ilmessaggero.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>