Parte del palazzo comunale di Fara Sabina venduto all’Ater per i corsi universitari

museofara_02di Raffaella Di Claudio –

L’Ater acquisterà una parte del palazzo comunale di Santa Maria in Castello, a Fara Sabina capoluogo, e lo destinerà ad ospitare corsi di formazione da svolgere in collaborazione con la Sapienza e con altri atenei.

Che la recente delibera per lo spostamento a Passo Corese degli uffici all’ultimo piano del palazzo comunale fosse il preludio per la vendita di parte dell’immobile, nonostante le rassicurazioni dalla Giunta Basilicata, era chiaro a tutti.
La situazione finanziaria disastrosa in cui versa l’Ente dovrebbe aver dato la spinta finale, per un’iniziativa sicuramente lodevole, ma che lascerà l’amaro in bocca soprattutto ai residenti.

Ad essere venduto non sarà solo l’ultimo piano, ma tutti e tre: l’ala dell’anagrafe e i due piani superiori.
Restano al comune, l’aula consiliare, la cappella dove svolgere i matrimoni, la segreteria e l’ufficio del sindaco.
L’accordo con l’Ater è già stato sottoscritto.

www.ilmessaggero.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>