Ettore de Conciliis a Cerignola, riprende forma il murale dedicato a Giuseppe Di Vittorio

de-conciliis3Presentato ieri il progetto di recupero dell’opera, che sarà ricollocata a Piazza della Libertà.

“Ieri e oggi: Di Vittorio e i diritti di sempre”: è denominato così il percorso iniziato ieri sera a Cerignola presso il capannone della ditta “Dimmito Costruzioni”, sito in Zona Industriale, che si concluderà il prossimo 3 novembre -data in cui decorrerà il 60° anniversario della morte del celebre sindacalista- con la restituzione alla città del murale a lui dedicato. La manifestazione, moderata da Simona Gaudiero, ha visto la partecipazione del Sindaco di Cerignola, Franco Metta, dell’Assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro del Comune di Cerignola, Rino Pezzano, dell’Autore dell’opera, Ettore de Conciliis, del segretario regionale della CGIL, Pino Gesmundo, dell’Assessore regionale al Bilancio e alle Politiche Giovanili, Raffaele Piemontese, e del Presidente della provincia di Foggia, Francesco Miglio, e di numerosi cittadini e giornalisti che hanno potuto prendere visione dell’opera, recuperata dallo stato di abbandono in cui giaceva da tempo.

“Sono estremamente soddisfatto, per la partecipazione e per il supporto proveniente da più parti alla realizzazione di un percorso particolarmente sentito dalla nostra comunità” ha dichiarato Rino Pezzano, Assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro del comune di Cerignola, per il quale “sarà nostra premura far sì che il progetto coinvolga l’intera città”. Il murale fu smantellato negli anni ’90 nel corso di alcuni lavori di ristrutturazione in Piazza della  Repubblica e mai più ripristinato. Ettore de Conciliis ha ricordato la sciatteria con cui venne rimosso, “con un martello, senza neppure svitare i bulloni che reggevano la struttura. Per il maestro “è ora fondamentale restituire alla città ciò che venne costruito con tanta partecipazione. Finalmente l’opera riavrà il suo lustro”.

A conferma del sentimento che accomuna il territorio, ad aprire la serata è stato un videomessaggio del cerignolano Savino Zaba. “C’era un tempo in cui a Cerignola si distruggeva, rimuoveva, dimenticava – ha affermato il sindaco Franco Metta -. Oggi è là stagione del recupero. Rimetteremo al proprio posto ciò che altri hanno distrutto”. Gli esperti presenti hanno quindi approfondito gli aspetti tecnici legati al restauro dell’opera, da qui al 3 novembre, quando il murale verrà installato alla rotatoria di Piazza della Libertà, a Cerignola. Nel mezzo, un ricco cartellone di eventi a cura delle cooperative partner del progetto,”Altereco” e “Pietra di scarto”, di Pro Loco, Fondazione di Vittorio, Oltre Babele, Cgil Foggia, a cui si sono già aggiunti Casa Di Vittorio e lo Sportello dell’Immigrazione “Stefano Fumarulo”.

Il percorso è tuttavia aperto. “Stiamo lavorando in sinergia con Assessorato alla Cultura e ai Lavori Pubblici” fa sapere Pezzano, “ma quello avviato ieri è di fatto un grande cantiere, aperto a chiunque voglia dare il proprio contributo, non ultimo il mondo della scuola e del terzo settore, che coinvolgeremo già a partire da settembre”. L’amministrazione comunale ha quindi ringraziato gli imprenditori che hanno messo a disposizione la location, prodigandosi per la buona riuscita dell’evento: Dimmito Costruzioni, Ecochimica srl, Mondo Service, B&B Dimora Borgo Antico e Baraonda.

www.lanotiziaweb.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>