Rieti, defeca sul sedile del bus: il viaggio nel bus Cotral delle 6.50 diventa un vero e proprio incubo

di Emanuele Laurenzi –

Aria irrespirabile e un viaggio verso il lavoro da incubo. E’ quello che hanno sopportato martedì 5 luglio 2016 i pendolari reatini diretta a Roma con il bus delle 6.50 della tratta Rieti-Passo Corese.

Uno dei sedili, più o meno a metà del mezzo, era imbrattato, probabilmente di feci. A pochi minuti dalla partenza, con le porte chiuso, il mezzo è stato invaso da un tanfo insopportabile, scatenando le proteste dei viaggiatori.

«Non abbiamo osato avvicinarci, ma a tratti arriva una puzza insopportabile. Da qualche parte deve stare a fermentare»: con queste parole Tonino Pietrantoni, sindacalista reatino e pendolare quotidiano tra la Sabina e Roma, ha raccontato il disagio di un viaggio da incubo.

Il suo post su facebook, con tanto di foto del sedile incriminato, ha fatto il giro del web, con condivisioni su numerose bacheche. Cosa ancor più grave, è il fatto che secondo alcuni il bus incriminato è in quelle condizioni già da due giorni.

www.ilmessaggero.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>