Monte Soratte: dove la storia si fonde alla natura

Nel territorio del comune di Sant’Oreste in provincia di Roma, il Monte Soratte offre la testimonianza storica dei Bunker; il 7 e l’8 maggio ci sarà l’ apertura straordinaria delle gallerie della Seconda Guerra Mondiale e del Bunker anti-atomico con visite guidate organizzate.

Natura e storia sono le caratteristiche basilari del Monte Soratte, una montagna nella provincia di Roma; la sua posizione nel mezzo della valle del Tevere ha ispirato da sempre grandi poeti come Orazio, che nelle Odi lo cita spesso. Ma poesia a parte, questo monte, cela al suo interno una delle pagine più buie della storia, le gallerie Bunker. I volontari dell’Associazione Culturale Bunker Soratte, hanno reso possibile l’apertura delle gallerie della Seconda Guerra Mondiale e del Bunker anti-atomico per far conoscere ai curiosi l’interno di questo sito storico. Il 7 e 8 Maggio, saranno organizzate delle visite guidate con figuranti e veicoli rarissimi.

Resti di architetture militari rimaste ferme dalla Seconda Guerra Mondiale; queste gallerie furono occupate dallaWehrmacht precedentemente alloggiato a Frascati, sotto la guida del Feldmaresciallo Kesselring che decise di insediare qui la sede del comando supremo delle forze di occupazione tedesche, dove rimasero per 10 mesi, traendone vantaggio come rifugio antiaereo.

Il sito si estende per oltre 4km sotto terra; fu utilizzato anche per l’installazione di un super-bunker antiatomico utile a ospitare il Governo italiano ed il presidente della Repubblica ai tempi della guerra fredda, per esplicito volere della Nato.

Tra i veicoli storici, la presentazione, per la prima volta al pubblico, di un modello del rarissimo carro armato M4 Sherman risalente alla Seconda guerra mondiale che i volontari dell’Associazione hanno recentemente restaurato. Nella sezione resa anti-atomica, sarà possibile ammirare i missili posti a difesa del territorio nazionale in caso di conflitto nucleare, su concessione della Nato.

soratte6

www.easyviaggio.com

 

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>