Aliquota TASI Fiano Romano prima casa: 2,5 per mille, il massimo previsto dalla legge

Il 16 dicembre scadono i termini per il saldo delle tasse sulla casa del 2015 e i residenti di Fiano Romano dovranno pagare un’aliquota TASI sulla prima casa del 2,5 per mille. Oltrepassare questa soglia è vietato dalla legge, salvo aggiungere ulteriori detrazioni. Ricordiamo che anche lo scorso anno, nel comune guidato dal sindaco Ottorino Ferilli e dal dirigente del settore finanziario Francesco Fraticelli, la TASI sulla prima casa era già stata applicata nella misura massima.

Da una parte, i principali partiti di Fiano Romano – PD, SEL, Sinistra Italiana e Movimento 5 Stelle – non hanno rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale in merito. Dall’altra, ci sono però cittadini ormai esasperati da una tassa sui “servizi indivisibili” che, pur essendo la più alta d’Italia, a loro avviso non garantisce la fornitura di servizi aventi la qualità più alta d’Italia.

Associazioni di cittadini per dire no alle tasse sulla casa

In particolare, l’associazione No Tasse Casa si spinge oltre e chiede l’abolizione totale della TASI sulla prima casa, operazione che è stata già effettuata dall’intera provincia di Bolzano e da altri comuni sparsi per l’Italia, fino alla Sicilia. Queste amministrazioni comunali “virtuose” hanno effettivamente abolito (o comunque ridotto al minimo possibile) la TASI, senza sostituirla o unificarla con altre tasse. Si vuole, quindi, scongiurare il rischio che gli annunci di alcuni partiti circa l’abolizione della TASI – finora non avvenuta – equivalgano, in realtà, ad un semplice cambio di nome della tassa stessa. Inoltre, l’associazione considera la tassazione sulla prima casa come violazione del diritto all’abitazione sancito dall’art. 25 della dichiarazione universale dei diritti umani.

Le altre richieste delle associazioni a tutela del diritto alla casa

Fra le varie iniziative dell’associazione No Tasse Casa, troviamo pure:

  • l’attivazione della sede di un’università senza retta annuale, anche telematica, a Fiano Romano;
  • la creazione di una rete di trasporto, controllabile via Internet e via satellite dagli utenti, funzionante tutti i giorni 24h/24 da e verso qualunque destinazione, alternativa agli autobus del Cotral;
  • l’istituzione di gruppi volontari di vigilanza autorizzata per contrastare il crescente numero di furti nelle proprie case.

ALIQUOTA TASI PRIMA CASA FIANO ROMANO: SARÀ UN NATALE LACRIME E SANGUEnatalecupiello
«Apprendiamo che, come regalo di Natale, il Comune di Fiano Romano ha deciso di confermare l’aliquota TASI sulla prima casa più alta d’Italia: 2,5 x mille (superare questa soglia è vietato per legge). Ricordiamo che ‪#‎TASI‬ significa “tassa sui servizi”. Poiché l’aliquota è massima, i servizi di Fiano Romano sono “massimi”? Acqua, trasporto pubblico, sicurezza ecc. è tutto di qualità massima? È curioso vedere come la gente sia contenta di pagare la tassa sulla prima casa più alta d’Italia senza fiatare.» Lo dichiara il prof. Giuseppe Macario, presidente di ‪#‎NoTasseCasa.

it.blastingnews.com

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>