Diario di viaggio. A Milano oltre 320 studenti degli istituti agrari del Lazio: la partenza

expo_scuole_agrarieE’ partito dalla stazione Tiburtina di Roma il treno speciale Italo che oggi porterà all’Expo di Milano gli alunni di 11 scuole di Roma e del Lazio che fanno parte della rete regionale degli Agrari aderenti a Renisa (la rete nazionale degli istituti Agrari).

Con loro, anche il liceo Democrito e l’Ic Rosmini di Roma, per un totale di più di 320 studenti, oltre ai professori, i presidi e le rappresentanze dell’ufficio scolastico regionale per il Lazio, del ministero dell’Istruzione, dell’Associazione nazionale presidi e delle ambasciate di Brasile e Israele. A ideare e organizzare il viaggio degli Agrari a Expo, l’istituto romano Sereni, guidato dalla preside Patrizia Marini, che ha ricevuto i finanziamenti da Arsial, “grazie alla lungimiranza dell’amministratore unico, Antonio Rosati”, per realizzare due viaggi all’Esposizione Universale (il prossimo sarà a settembre), nell’ambito di un progetto più ampio che prevede anche un concorso per individuare un logo ‘made in Lazio’ che identifichi la qualità dei prodotti elaborati dalla filiera degli istituti Agrari della regione.

Obiettivo di ‘Renisa per Expo’, questo il nome dell’iniziativa che oggi porta gli alunni a Milano, “è di far conoscere ai ragazzi questo immenso mondo di Expo, che è la manifestazione internazionale più importante, che avviene ogni 5 anni- spiega Marini- Non è la prima in Italia, ma questa ha un particolare titolo, ‘Nutrire il pianeta, energia per la vita’, che è in perfetta sintonia con la nostra tipologia di scuola e per tutto ciò che studia, che professa e in cui crede: la sostenibilità in agricoltura”.

E oggi i ragazzi impareranno “innanzitutto a confrontarsi con il mondo, a capire che la loro realtà non è solamente locale, ma glocale, ed è fondamentale. Ma non solo- conclude la preside del Sereni- perché potranno anche percepire l’importanza di un linguaggio tecnico che è essenziale nel mondo del lavoro che si evolve”. La visita dei ragazzi all’Expo partirà dal padiglione dell’Israele con la visita del visitor experience e del giardino verticale.

Gli alunni romani e laziali conosceranno anche le tecniche di sviluppo tecnologico e agrario di Israele. Ma a Expo gli studenti visiteranno anche i 4mila metri quadrati del padiglione Brasile, uno dei più visitati duranti questi primi giorni dell’Esposizione, con le sue mostre e i suoi ambienti tecnologici che mostrano la lavorazione degli alimenti e le soluzioni per migliorare la produzione.

In programma, anche la visita del padiglione ‘Il supermercato del futuro gruppo Coop’. La giornata a Expo vedrà la partecipazione di tutte le province del Lazio. Oltre al Sereni di Roma, sul treno speciale Italo anche i ragazzi del San Benedetto di Cassino, dell’Angeloni di Frosinone, del San Benedetto di Latina, del Rossi di Priverno e del Moro di Passo Corese. E ancora, gli alunni del Da Vinci di Maccarese Fiumicino, del Cardarelli di Tarquinia, del Domizia Lucilla di Roma, del Cederna di Velletri e del Luigi di Savoia di Rieti.

www.diregiovani.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>