Covid, appello dei commercianti alle istituzioni: “Comprate nei negozi, non su Amazon”

AMAZON20GENOVA –  “Chiediamo a Comune, Regione ma anche al Governo e all’Europa, che facciano come in Francia dove le istituzioni, ma anche intellettuali e personaggi noti, hanno sottoscritto un documento in cui chiedono alle persone di non comprare su Amazon i regali di Natale, per salvaguardare i negozi”. Agguerrita come sempre, Manuela Carena, presidente del centro integrato di via Colombo-Galata,che, intervistata da Primocanale, lancia questa proposta al sindaco di Genova Bucci, a Toti ma anche più in alto.

“Amazon ci fa concorrenza sleale, perchè ha la sede in Irlanda dove già c’è un regime fiscale migliore del nostro e poi, in Italia, viene tassato come magazzino, quindi pagando molto meno rispetto ai negozi. Certo poi che può fare prezzi migliori”. Il calo di giro d’affari in epoca Covid, per i negozi di vicinato è stimato in oltre il 50% “e tenete conto che rappresentano un presidio per il territorio, le luci accese, le frequentazioni e il non abbandono delle aree, quindi vanno tutelati” chiude Carena. Sospesa, come tutti i colleghi, tra zona arancione, rossa, forse gialla? E il Natale incombe.

www.primocanale.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>