Sabrina Ferilli compie 56 anni, la carriera tra cinema e tv

ferilli28L’attrice romana è anche un volto apprezzatissimo della tv con il suo ruolo di giudice a Tu sì que vales. Molto riservata, non usa i social.

Sabrina Ferilli festeggia 56 anni. L’attrice romana, volto apprezzatissimo della tv (negli ultimi anni soprattutto per il suo ruolo di giudice a Tu sì que vales), è da sempre molto schiva, attentissima a custodire la sua vita privata, e per il suo compleanno non ha condiviso scatti su Instagram o Facebook (è noto che non usa i social). Ma nonostante questa ritrosia, i fan oggi le hanno dedicato più di un pensiero in occasione del suo compleanno.

L’esordio al cinema
Nata a Roma il 28 giugno di 56 anni fa, Sabrina Ferilli è cresciuta a Fiano Romano con il fratello Pierpaolo, la sorella Cristina e i genitori. Appassionata di cinema sin dall’adolescenza, dopo aver frequentato il liceo classico si è si iscritta al Centro sperimentale di cinematografia. «L’ho frequentato per un anno», ha spiegato, «e poi ho iniziato l’Accademia d’Arte drammatica. Ma chi mi ha tirato fuori dal cilindro è stato Marco Ferreri con il film Diario di un vizio». La carriera di Sabrina Ferilli era iniziata prima di quel film, che risale al 1993, con piccole parti in produzioni per il cinema e come doppiatrice per la tv. Diario di un vizio è stato il primo film in cui si è fatta notare agli occhi del pubblico e della critica, ma il successo è arrivato l’anno successivo con La bella vita di Paolo Virzì, con cui Ferilli ottenne il Nastro d’argento alla miglior attrice protagonista. Da allora, la sua carriera è decollata, nel cinema (memorabili le sue interpretazioni in Ferie d’agosto e Tutta la vita davanti, sempre di Virzì, ma anche nel dramma Tu ridi dei fratelli Taviani), e anche nel teatro e nella tv. (nel 1996 ha condotto il festival di Sanremo insieme a Pippo Baudo e Valeria Mazza).

I riconoscimenti
Nel 2001, essendo una grande tifosa della Roma, promise che se i giallorossi avessero vinto lo scudetto avrebbe fatto uno spogliarello e poi, partecipò alla festa della sua squadra al Circo Massimo, sfilando in bikini con la bandiera. Nel corso della sua carriera, Ferilli ha vinto cinque Nastri d’argento (di cui uno speciale, per la sua interpretazione nel film di Maria Sole Tognazzi Io e lei, dedicato alla storia d’amore tra due donne), un Globo d’oro, quattro Ciak d’oro, due Cinéciak d’oro, oltre a quattro candidature ai David di Donatello. Nel 2013 è stata tra le protagoniste de La grande bellezza, la pellicola di Paolo Sorrentino poi premiata come miglior film straniero agli Oscar.

«Non rimpiango la giovinezza: sto meglio adesso»
In un’intervista al Corriere rilasciata nel 2016, ha commentato così il suo rapporto con il tempo: «Nessun giovane vive la giovinezza, è una fase della vita che vivi in età matura. Uno dovrebbe vivere i 20/30 anni sopra un razzo, a tutta velocità, invece paradossalmente quella è un’età di malinconia, sofferenza, inadeguatezza, complessi. Della mia giovinezza ricordo la pace di stare con la mia famiglia, le vacanze, la normalità di una vita che ora non ho più. Adesso la mia vita è tutto tranne che normale. Levato quello, non è che rimpiango granché. Anzi non rimpiango proprio niente, sto meglio adesso, sotto tutti gli aspetti».

www.corriere.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>