Coronavirus, pioggia di multe ai partecipanti al funerale di Ludovico Colletti a Poggio Mirteto

colletti21Alcune multe sono state già recapitate, altre sono in arrivo: dirette anche fuori provincia. Si tratta di verbali sanzionatori elevati dai carabinieri della compagnia dei carabinieri di Poggio Mirteto il 13 maggio, giornata dei funerali, a Poggio Mirteto Scalo, di Ludovico Colletti (foto Facebook). L’uomo di 43 anni autista Atac é deceduto a seguito di un incidente stradale lungo la via Tiberina a Castelnuovo di Porto (Roma). I verbali sarebbero legati alla violazione dei decreti che vietano gli assembramenti e la partecipazione in un numero superiore a 15 unità ai funerali. Inoltre, una serie di verbali riguarderebbero persone arrivate da più parti della Regione.

La notizia è rimbalzata sui social nella tarda serata di ieri, resa nota dal consigliere comunale della Lega di Poggio Mirteto, Alberto De Santis, che con il suo post ha tappezzato tutti i gruppi Facebook riconducili a Poggio Mirteto. Raccogliendo numerosi commenti.

«Sembrerebbe che si stiano predisponendo verbali sanzionatori per molti dei partecipanti ai funerali del nostro concittadino Ludovico, padre di un bambino di soli quattro mesi, morto tragicamente in un incidente automobilistico – scrive De Santis – Comprendo il lavoro delle forze dell’ordine che devono far rispettare le disposizioni delle autorità, ma ritengo che il buon senso debba prevalere così come è stato recentemente nel caso di incontri di molti giovani che giustamente ricordavano la ricorrenza del 25 aprile. Sarebbe singolare una diversità di comportamento a fronte di due eventi che, seppur diversi nella motivazione, hanno avuto effetti simili rispetto alla situazione sanitaria che attualmente vive il nostro paese. Speriamo sinceramente che le voci che circolano non vengano confermate – conclude l’esponente leghista -, sarebbe una cosa ingiusta punire coloro che si sono riuniti in sicurezza per dare l’estremo saluto ad un giovane uomo prematuramente sottratto all’affetto di tutti i suoi cari».

www.ilmessaggero.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>