Fara Sabina. Violentò ripetutamente la figliastra minorenne, arrestato mentre lavora

cc28fIl giudizio di appello aveva confermato la condanna a nove anni, che in questi giorni è diventata esecutiva, e così i carabinieri lo hanno arrestato. Ieri, i militari di Fara Sabina, insieme ai colleghi di Poggio Mirteto, hanno posto fine a una vicenda giudiziaria lunga più di 12 anni. I fatti oggetto delle indagini hanno avuto inizio nel 2006 per concludersi due anni dopo, nel corso dei quali, hanno accertato i carabinieri e agli assistenti sociali, un italiano della zona, oggi 70enne, avrebbe avuto attenzioni sessuali nei confronti della figliastra.

L’uomo in più circostanze avrebbe abusato della ragazza, allora minorenne, nata dalla relazione della sua convivente col precedente compagno. Gli investigatori raccolsero significativi elementi di prova, che all’inizio del 2010, al termine del processo di I grado davanti al tribunale di Rieti, la corte ritenne di accogliere, per cui l’imputato fu giudicato colpevole di violenza sessuale continuata e condannato a nove anni e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

L’uomo rimase libero in attesa del giudizio di II grado, decisione giunta nel giugno del 2018, che confermava la condanna, diventata esecutiva. Per questo, i militari hanno individuato e arrestato il 70enne, originario di Fara, a Collevecchio, sul luogo di lavoro, un cantiere in cui lavorava come operaio. L’arrestato è stato accompagnato nel carcere reatino

corrieredirieti.corr.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>