Italo: inaugura mostra ‘Opere in movimento’ di de Conciliis

deconciliis2018La Lounge Italo Club di Roma apre le porte alle opere di Ettore de Conciliis. E’ stata inaugurata oggi ‘Opere in movimento’, la mostra itinerante dell’artista considerato il poeta della pace, dell’armonia e della conciliazione, organizzata da ‘Il Cigno GG Edizioni’. “Si tratta di un’esposizione di mie opere recenti riguardanti pitture di paesaggi che si vedono soprattutto dai treni. Per questo la scelta di proporle nelle nuove sale vip Italo delle stazioni di Termini e Napoli Centrale”, afferma de Conciliis.
“Il mio tema predominante – spiega l’artista – è sempre stato quello del paesaggio. In questo cerco sempre di privilegiare, come soggetto primario, l’acqua e sono convinto che due città così importanti e affollate come Roma e Napoli possano catturare l’attenzione di viaggiatori appassionati di arte. La mia attività si svolge attraverso opere di carattere pubblico, nelle piazze, nelle chiese, coi lavori di land art, alle quali si affianca la ricerca della natura nella pittura, più onirica e intimistica, perché interessa non solo la natura dei paesaggi ma anche la natura umana, più complessa e introspettiva. Adesso anche nelle stazioni”.
Ettore de Conciliis, nato ad Avellino nel 1941, diventa celebre nel 1965 per aver realizzato il Murale della pace nella chiesa di San Francesco ad Avellino: alle spalle dell’altare di una chiesa cattolica fu posto un affresco in cui, attorno alla figura di san Francesco, compaiono da un lato immagini di guerra e di distruzione, dall’altro di pace e di giustizia sociale. Accogliendo il rivoluzionario messaggio di pace e fratellanza di Papa Giovanni XXIII de Conciliis rappresenta, uno accanto all’altro, John Kennedy, Mao Tse Tung, Cesare Pavese, Guido Dorso, Pier Paolo Pasolini, Fidel Castro, Pablo Picasso, Carlo Levi, Alberto Moravia e altri.

ildubbio.news

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>