Fiano Romano. Pasqualini non vuole fermarsi: “Bisogna pensare sempre in grande”

Marco-PasqualiniNel pomeriggio del 13 aprile 2018 abbiamo avuto la possibilità di rivolgere alcune domande a Marco Pasqualini, attaccante classe ’85 in forze al Fiano Romano, in merito alla stagione fin qui disputata dalla sua squadra, attualmente al terzo posto in classifica con 55 punti, piazzamento che a fine stagione potrebbe voler dire play-off.

Con il calciatore rossoblù abbiamo discusso dell’ultima netta vittoria interna ottenuta contro il Real Morandi, della prossima delicatissima sfida che vedrà Pasqualini e compagni affrontare di nuovo tra le mura amiche la Pro Roma seconda in graduatoria, ancora impegnata in una lotta agguerritissima contro la capolista Villalba per lo scettro di regina del girone ed infine, dell’attuale situazione generale proprio all’interno del raggruppamento, dove le due squadre sopra nominate sembrano ormai avviate a contendersi la vittoria finale colpo dopo colpo, giornata dopo giornata.

Di seguito, ecco le dichiarazioni a noi rilasciate dall’esperto centravanti di origini cagliaritane:

Buon pomeriggio Marco e grazie per aver trovato il tempo di . alle nostre domande. Da quante stagioni indossi la maglia del Fiano Romano?

“Buon pomeriggio a voi. Indosso la maglia del Fiano dal mese di febbraio”.

Cosa ti ha convinto a sposare la causa del club rossoblù?

“La vicinanza alla città dove abito attualmente. Vivo a Monterotondo dallo scorso anno”.

La società quest’anno ha costruito una rosa composta da ottimi e solidi calciatori che, gara dopo gara, sono riusciti ad insinuarsi grazie ai loro risultati in piena zona play-off. Credi che adesso, in queste ultime giornate, la squadra possa avere le giuste energie fisiche e mentali per resistere all’assalto delle altre compagini e tenersi l’attuale terzo posto che vale gli spareggi promozione?

“Credo che se pensi di difendere il terzo posto alla fine lo perdi, mentre se cerchi di prendere il primo o secondo posto, alla fine hai buone probabilità di raggiungere un obiettivo prestigioso. Bisogna pensare sempre in grande”.

Nell’ultimo turno avete sconfitto con un netto 3-0 il Real Morandi tra le mura amiche. Quali convinzioni vi ha dato questo successo per il prosieguo del vostro campionato?

“Ci consente di lavorare con la giusta testa e serenità questa settimana e di preparare nel modo migliore la partita di domenica con la Pro Roma”.

A proposito proprio della prossima gara contro la Pro Roma, credi che il fattore campo di nuovo a voi favorevole potrebbe avere un impatto significativo nel corso del match con i capitolini per riuscire a portare a casa la vittoria?

“Credo che giocare in casa o in trasferta conti poco, noi dobbiamo vincere ovunque per raggiungere l’obiettivo ed abbiamo tutte le carte in regola per farlo”.

A tuo giudizio, dando anche un’occhiata alla classifica, credi che Villalba e Pro Roma riusciranno a contendersi la vittoria di questo campionato fino all’ultima giornata, oppure potrebbe esserci un allungo decisivo da parte di una delle due compagini nelle prossime settimane?

“Credo che vincerà il Villalba, anche se noi con loro abbiamo vinto e non mi hanno per niente impressionato. Il Pro Roma non lo conosco invece”.

Tra tutte le squadre affrontate finora, qual è stata invece quella in grado di impressionarti di più?

“Sono onesto, nessuna. Pensavo che il Villalba fosse una corazzata visto che a detta di tutti è la squadra da battere ma ripeto, non mi ha per niente impressionato”.

A livello personale, hai qualche particolare ambizione che vorresti vedere realizzata nel breve e nel lungo periodo?

“Spero solo di non farmi male, la mia carriera è stata costellata di infortuni che spesso mi hanno frenato sul più bello. Ora rientro proprio domenica dopo tre giornate di stop per una frattura ad un dito del piede rimediata col Cantalice. Credo che, riuscendo a stare bene fisicamente, non ci sarà mai una partita che io non possa vincere o un obiettivo che io non possa raggiungere”.

www.lazioingol.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>