Nessuna donna alla conferenza stampa di Liberi e Uguali: giornalista se ne va

williamsRoma, conferenza stampa estera di Liberi e Uguali. Al tavolo dei relatori ci sono tre uomini: Massimo D’Alema, Erasmo Palazzotto e Claudio Bernabucci, che spiegano i vari impagni del partito capitanato da Pietro Grasso – che ha molte donne nelle sue liste – tra i quali anche quello relativo alla rappresentanza di genere. Ma come spesso accade, le parole non corrispondono ai fatti: alla conferenza stampa non c’è traccia di una donna.

«DOVE SONO LE DONNE?»
A notarlo, particolarmente irritata, è una cronista presente in sala: Megan Williams, corrispondente da Roma della Canadian Broadcasting Corporation Cbc: «Non è possibile che a parlare siano solo uomini. Perché non c’e’ almeno una donna?», chiede. Dopo la prima risposta che assomigliava di più a un’arrampicata sugli specchi – «Signora, succede che in Australia le donne sono maggioranza. In Canada purtroppo sono maggioranza gli uomini…», e la seconda che provava a tamponare: «La questione femminile è una questione molto seria e sostanziale e non meramente formale», la Williams perde la pazienza.

LA CRONISTA LASCIA LA CONFERENZA
La giornalista si alza in piedi e lascia velocemente la sala. Intervistata dall’agenzia Dire, Williams ha spiegato: «È l’ennesima conferenza stampa politica italiana in cui non c’e’ una donna. Non riesco a contare quante conferenze stampa ci sono state qui alla Stampa estera in cui non c’e’ mai stata una voce femminile. Questi signori hanno sottolineato di avere il 40 per cento di donne candidate ma hanno osato venire qua oggi senza una donna. Ne ho avuto abbastanza».

www.letteradonna.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>