Due giorni di pioggia sgretolano l’asfalto: Settebagni si risveglia Kabul

buche_setteSettebagni martoriato dal maltempo. I due pomeriggi di temporale che si sono abbattuti sulla Capitale non hanno risparmiato il quartiere del Municipio III tra quelli del territorio usciti maggiormente colpiti da danni e disagi dovuti al maltempo.

Allagato l’ingresso al quartiere

Dopo l’allagamento dell’ingresso all’abitato, con quella parte di via Salaria completamente sommersa dall’acqua, Settebagni, le cui strade non hanno mai brillato per condizioni e manutenzione, fa i conti con asfalto malconcio e dissestato.

Le strade di Settebagni disseminate di buche e crateri

Decine le buche che si contano da via delle Lucarie a via dello Scalo di Settebagni, vere e proprie strade groviera con il quartiere del Municipio III a risvegliarsi come dopo un bombardamento.

Percorrere le stradine della borgata diventa così un’impresa: crateri pieni d’acqua ovunque, talmente numerosi e fitti che anche fare lo slalom diventa inutile. Sparsi sulla sede stradale anche pezzi d’asfalto, quelli saltati causa pioggia.

Settebagni: il quartiere che si sbriciola

“Un quartiere da sempre martoriato” – lamentano i residenti. “Le strade sono un tappeto di buche e pezzi d’asfalto” – scrivono sui social parlando di Settebagni come di un quartiere che si sbriciola per due gocce d’acqua.

Strade dunque da rimettere in sesto, non con i rattoppi: per quell’angolo, popoloso e popolato, del Municipio III servono interventi strutturali e capillari affinchè dopo appena qualche rovescio non si risvegli più come Kabul.

montesacro.romatoday.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>